Too Cool for Internet Explorer

martedì, settembre 27, 2005

Quando le immagini...


..contano più di mille parole :)...
Sarà davvero questa la fine di Freehand mx?


Fonte: CommunityMX

venerdì, settembre 23, 2005

Gli inquietanti misteri di Monsieur Pink Rabbit


Attenzione: il seguente post è da considerarsi totalmente Off-Topic. La redazione di BlankPage si scusa per lo "svicolone" di widget e promette per il futuro una serie di post in linea con lo spirito e lo stile di questo blog.

Io sono un coniglio. Rosa. Sono sdraiato a pancia su. Sembro morto. E sono rosa. Ho una missione. La mia missione non l'ho pensata da solo, perché non ho un cervello. Cioè, sono rosa e senza cervello. La mia missione l'hanno pensata una serie di artisti. Io mi limito ad eseguire il compito che mi è stato affidato, cerco di centrare l'obiettivo della mia missione. La mia missione, purtroppo, non so qual è. Ma so che sono rosa. E grande, tanto grande. Un coniglione. Rosa. Sono, forse, in Piemonte. Non ho voce. Se avessi una voce direi: "Cerea, né!". Se avessi una voce. Ma ho solo il rosa. Intorno a me ci sono persone. Mi guardano. Non vedo che mi guardano perché sono a pancia su e guardo tutto il giorno il cielo. Ma sento che mi guardano. A volte sento che mi calpestano. Coniglione rosa calpestato. Come un'aiuola all'acido. Io sono, forse, un'opera d'arte. Coniglione rosa, muto, decerebrato e artistico. Calpestabile, anche. Colletto Fava. Qui mi hanno messo a pancia su. E mi calpestano. E se avessi delle emozioni li odierei, perché mi schiacciano la pancia e mi camminano sulla faccia. Odio rosa calpestabile. Perché. Domande. Cioè, perché sono qui? Perché mi calpestano? Perché sono grande, un coniglione? Perché sto a pancia su? Carota. Quella vorrei se fossi un coniglio di dimensioni da coniglio e con i colori da coniglio. Io sono un coniglione. Rosa. Senza carota. Calpestabile. 2025. Aspetterò che la missione sia compiuta.

Fonte: 133mu0ng3110 - Ananova

mercoledì, settembre 21, 2005

La Napoli che fu...


Un omaggio alla bellezza di una città oramai perduta.
Perchè questo post?...perchè a Napoli ci lavoro, in un certo modo, la vivo...
E non posso non rammaricarmi della sua decadenza..non di quelle romantiche...ma un malessere diffuso che trascina la città in una condizione di non-luogo.

Incuria, abbandono, strafottenza, istituzioni sorde ai bisogni della sua città..troppo impegnata a spartirsi poltrone e mazzette...Periferie abbandonate a se stesse..lager dove manca tutto...tranne la disperazione...E allora perchè persone dimenticate, rifiutate, dovrebbero starsene rinchiuse nei loro ghetti?...

allora quanno liegge ngoppo ‘e ggiurnali che ‘e guardie hanno acciso ati quatto criminale

pienzece bbuono tienelo a mmente chi è 'o bbuono e chi 'o malamente
no pozzo suppurtà...

La O di Libertà


Appena pubblicato il post relativo a Flock (vedi sotto) mi giunge notizia di una svolta epocale nel mondo dei browser: da oggi Opera è diventato completamente gratuito! Nessun banner o altra forma di pubblicità; il browser norvegese abbandona ogni forma di supporto degli sponsor e abbraccia la formula "totally free". Restano a pagamento, almeno per adesso, le versioni "mobile" e il pacchetto di supporto e assistenza.
Da parte nostra, pur rimanendo fedeli al nostro amato Firefox, non possiamo che consigliare il download e l'utilizzo di questo ottimo browser, che resta comunque il capostipite di una generazione di browser "alternativi".

martedì, settembre 20, 2005

Il mistero misterioso del browser del mistero


Un nome che richiama le moltitudini. Un sito dal look minimalista. Accenni ad una navigazione del Web innovativa e "sociale". Un sistema di inviti che ricorda il famigerato Gmail. Una beta, anch'essa di googleiana memoria, instabile e in fase sperimentale. Un team di sviluppo formato da blogger incalliti. Questi i pochi indizi che abbiamo di Flock, un browser prossimo al rilascio pubblico che promette di cambiare il concetto di "browsing". Di preciso si sa davvero poco; possiamo ipotizzare che Flock nasca da una costola di Firefox, dato che nella sezione "Extensions" sono elencate alcune estensioni utilizzate dal browser di casa Mozilla. Resta poco altro da fare, se non iscriversi e sperare (insomma, sperare è fin troppo serio) in un invito per poter scaricare la versione beta. Chissà, magari assisteremo ad un ritorno del tormentone "Ti avanza un invito?", che ha resistito imperterrito ad attacchi del calibro di "maiaìmaiaànumanumaié" e "porchémegustalagasssolinadammemasgasssolina".

Aggiornamento: Scopro qui che Flock non sarà una beta a inviti. Ringrazio l'autore del blog (che oltretutto è un membro del team di sviluppo di Flock) per la segnalazione. Che dire... Maiaì! Maiaà! Numanumaié!

Fonte: 133mu0ng3110

lunedì, settembre 19, 2005

Typetester // Compare Screen Type


Una comodissima applicazione web per confrontare live diversi tipi di carattere; è così possibile scegliere quello più appropriato in pochi clic.
Tra le feature:

  • Caratteri di sistema win/mac

  • Lista di caratteri safe

  • Caratteri più comunemente utilizzati

  • Personalizzazione dei testi per colonna

  • Compatibilità con tutti i browser


L'autore Marko Dugonjić, ha creato quest'applicazione specificatamente per gli sviluppatori web, ma credo che possa tornare utile anche per progetti di stampa.

2 giorni da monocolo


Erano ormai quasi 4 giorni che avvertivo un leggero fastidio all'occhio destro...
Oggi mi sono deciso ad andare dall'oculista (con l'occhio viola e semichiuso) e il risultato è stato un intervento per togliere delle schegge di metallo...Ora sono ridotto ad arrangiarmi con un occhio solo perchè il destro resterà bendato per almeno due giorni...e per la prima volta capisco come si devono sentire Leela e Mike(nella foto)...ma almeno loro hanno la comodità di averlo al centro! Io non riesco neanche ad accendere una sigaretta...ho tutti i movimenti in offset...e quando cammino per strada, se qualcuno ha la sfortuna di passarmi di lato, gli pesto puntualmente i piedi...

Vai a capire poi come ci sono entrate queste schegge....mah....

Una lama, due lame, tre lame, quattro lame, cinque lame... e poi?


Arriverà all'inizio del 2006 il nuovo rasoio Gillette Fusion a cinque (!) lame, con o senza vibrazione elettrica. Eh sì, ben cinque lame (più una sul lato posteriore con la quale rifinire pizzetti e basette varie) con le quali ogni fanatico della rasatura high-tech potrà sperimentare il piacere di avere una pelle liscia come una palla da biliardo. Sono molto curioso di sapere se gli esperti di marketing e pubblicità riusciranno a trovare una funzione specifica per ogni singola lama; eravamo rimasti alla prima che alzava il pelo e alla seconda che lo tagliava, quindi potremmo ipotizzare che la prima alzerà il pelo, la seconda lo taglierà, la terza, visto che non ha nulla da fare, praticherà una profonda incisione nella pelle, mentre la quarta finirà lo scempio sulla faccia del malcapitato lasciando dietro di sé sangue e dolore. Tremo al pensiero di cosa farà la quinta, ma visto che i sadici progettisti ce l'hanno messa, a qualcosa di terribile servirà...

Fonte: Gizmodo

venerdì, settembre 16, 2005

XMail Hard Drive


Credete che avere oltre 2Gb di storage su Gmail sia troppo?...
Provate allora ad usare il vostro account come hard disk.
Basta collegarsi al sito XmailHD e inserire i dati dell'account gmail per usufruire di un servizio che permette di uploadare e scaricare file a piacimento. La cosa più utile, è che, una volta uploadato il file, è possibile mandare una email con il link per scaricarlo o vedere una preview per verificare di aver messo su il file giusto.
Pratica e leggera l'interfaccia, e, soprattutto, nessuna registrazione e nessun programma da installare.
Al momento il servizio è in Beta Testing e gratuito.

giovedì, settembre 15, 2005

Alta definizione con la nuova Canon XL H1


Con la XL H1, Canon entra ufficialmente nel mercato delle videocamere ad alta definizione. Disponibile da Novembre ad un prezzo di circa 9.000 (Ops!) dollari, la nuova Canon andrà a competere con la JVC GY-HDV100E e con la Sony HVR-Z1E-S, nonché con la Panasonic AG-HVX200, la cui uscita è prevista per la fine dell'anno. Tra le varie caratteristiche della XL H1 citiamo l'ottica zoom 20x inclusa nella dotazione standard ed i numerosi controlli manuali, in linea con le esigenze dell'utenza professionale a cui è destinata questa videocamera. Ha suscitato non poche perplessità la scelta di Canon di non dotare la XL H1 di una modalità di ripresa a 24 frame progressivi, bensì di una modalità di ripresa a 24 frame "movie like" (simile all'effetto CineFrame della Sony). I portavoce di Canon assicurano comunque che è impossibile notare la differenza tra il 24 frame "movie like" e il 24 frame progressivo una volta che il filmato viene acquisito da un sistema di editing non lineare. Ai filmmaker l'ardua sentenza.

Fonte: camcorderinfo.com

martedì, settembre 13, 2005

The Sad Song


Bella la canzone, bello il compositing (altro non sono che scatti da una macchina digitale) in AfterEffects.

Enjoy

lunedì, settembre 12, 2005

Nuova Sony Cyber-shot DSC-R1


Compatta? Reflex? Un po' l'una e un po' l'altra. Con la DSC-R1, Sony ripropone la formula della compatta reflex elettronica, sulla scia del successo dei precedenti modelli DSC-F717 e DSC-F818 (quest'ultimo un po' meno felice del predecessore, a mio parere). Quasi 11 MP, un design accattivante e "intelligente" (il display totalmente ruotabile è eccezionale), il bellissimo zoom Zeiss (equivalente ad un 24-120 mm nel formato 35 mm) e un prezzo di circa 1.000 Euro fanno della DSC-R1 una possibile leader di un settore, quello delle compatte digitali "prosumer", recentemente un po' in crisi a causa della sempre maggiore diffusione di reflex digitali dal prezzo accessibile. Per un'anteprima della DSC-R1 vi rimandiamo al sito di dpreview.com, come sempre IL punto di riferimento per la fotografia digitale.

Fonte: dpreview.com

sabato, settembre 10, 2005

Spell with Flickr

Non so da quanto tempo sia disponibile questo script, ma è davvero affascinante il risultato finale.
Come funziona? basta inserire una qualsiasi parola e dare invio per ottenere questo (volendo potete anche decidere di cambiare tipo di lettera):
ORLaN_01Orange DO

Lo script genera anche del codice html da copiare/incollare a piacimento.

L'autore lo trovate qui


fonte:blogone

mercoledì, settembre 07, 2005

Il nano è libero...e ha con se un telefono...


No, no..non è Berlusconi che è scappato con un telefono...
Come già avevamo detto su questo blog (e su altri 3.569.456 blog) la iperannunciata conferenza targata apple si è conclusa con due grandi novità:
I pod Nano, un gioeillino ultra sottile e ultra compatto da 2 e 4 gb rispettivamente venduti al prezzo di 199$ e 249$;

Motorola E790 -da tutti ribattezzato iPhone- comprensivo di ITunes, una scheda con 512mb di memoria, bluetooth, video camera VGA con flash etc etc.. e dovrebbe essere in commercio al prezzo di 250$...

Ora dire che aspettavo qualcosa in più da questo telefono, quanto meno in fatto di design, potrà sembrare impopolare...ma è proprio così...sono curioso di "testare" l'interfaccia e l'usabilità di questo telefono da utente nokia incallito quale sono trovo difficoltà ad ambientarmi in altri "sistemi"...ma questa è un'altra storia....

In conclusione..tanto rumors...per niente..

Il palmare più cool del momento? Quello di carta!


Il calo dei vacanzieri registrato quest'anno lascia presagire un ritorno all'austerity più rigida e terrificante. E così via libera alla bicicletta invece che allo scooter ultimo grido, alle scarpe dell'anno scorso che per magia hanno ancora le suole non troppo consumate, al cellulare che fa le foto meno belle del nuovo modello ma si sa: "Alla fine esagerano con questa corsa alle risoluzioni più alte!". In questa ridefinizione smodata dei budget dedicati al lifestyle non poteva passare in secondo piano la scelta del palmare. Non troppo pesante altrimenti piega la cintura con la sua custodia, con molta memoria perché il solitario non può bloccarmi la posta elettronica, con tante porticine nelle quali inserire altrettante schedine e, last but not least, che costi poco. Soprattutto su quest'ultima caratteristica abbiamo i nostri bravi dubbi e per questo vi segnaliamo il PocketMod! Certo, non fa bip e non si retroillumina, però costa quanto un foglio di carta (riciclata è la morte sua), richiede pochissimo tempo per imparare a usarlo, se lo perdete non rischiate di tirare giù dal cielo il santo del giorno e soprattutto è il complemento ideale per il sempre più popolare blocco note Moleskine. Particolarmente carino il sistema per la creazione del PocketMod; un bell'esempio sull'uso di Flash per la creazione di interfacce utente Web. Buone annotazioni.

Fonte: moleskinerie

[MacApp] OneButtonFTP


One Button FTP (ora disponibile la versione 0.1.1) è un progetto per la realizzazione di un software FTP opensource per mac osX.
Gli obiettivi prefissi sono lo sviluppo di un'applicazione grafica (e assolutamente gratuita) che possa gestire in maniera semplice ed intuitiva l'upload dei file via FTP, con un occhio di riguardo alla gestione delle code.

Il team di sviluppo ricerca per questo progetto:
* Icon designer
* Interface designer
* Tester
* Localizers

chiunque fosse interessato, può contattarli qui

martedì, settembre 06, 2005

[Maya] Modellazione e setup di ciglia umane


Lucio Silla (no...non parlo dell'opera di Mozart) ha pubblicato un ottimo tutorial sulla modellazione e il set up di ciglia umane.

ICE AGE 2 ::The Meltdown:::


L'era glaciale è ormai terminata, ed ecco che Manny, Sid e Diego si ritrovano in un paradiso fatto di parchi acquatici, geyser...ma il pericolo è dietro l'angolo...i ghiacciai rischiano di travolgere ed allagare la valle mettendo a repentaglio la vita dei suoi pacifici abitanti...una nuova avventura targata bluesky(Robots, Ice Age).

Il sito ufficiale del film.
Il trailer.

lunedì, settembre 05, 2005

MiracleOfLife


C'è poco da fare...la componente fondamentale del nostro lavoro resta la creatività che, unita alla capacità di realizzazione, genera dei prodotti assolutamente squisiti.
Toxic Studio è l'esempio di questa combinazione vincente...da non perdere il video della manifestazione "OsloGayFestival"

sabato, settembre 03, 2005

Sei mesi calibro Magnum


Segnalo il bel photoblog di Martin Fuchs, che nasce come diario del suo stage a New York presso l'agenzia MAGNUM PHOTOS (sì, lo scrivo tutto maiuscolo e se portassi il cappello me lo toglierei anche). Molta "street photography", alternata da reportage di eventi e manifestazioni, nonché da istantanee di vita privata. Un bel progetto, portato avanti con costanza e una continua curiosità per la Fotografia, New York e l'America.

venerdì, settembre 02, 2005

A cubic tragedy


Presentato all'ultimo SIGGRAPH, "A cubic tragedy" -di Chun-Wang Sun e Ming-Yuan Chuan- parla di una donna "poligonale" che si trova a lavorare, con esiti disastrosi, sul suo aspetto un po' troppo spigoloso.
Questo corto rappresenta in maniera intelligente e ironica il mondo della Computer Grafica, proiettando sulla sfortunata protagonista inconvenienti tipici dei software di modellazione 3D.
Assolutamente da non perdere; qui la versione HR (108 mb)

giovedì, settembre 01, 2005

Ministero della grafica!


Alzi la mano chi non ha mai desiderato un ministero del genere!
Il sito si propone come uno
spazio aperto per conoscere il mondo della comunicazione nella società dell'immagine.
Promotore di un'iniziativa lodevole, cioè la pubblicazione sabato 3 settembre del volume Mi manifesto in allegato con Alias al prezzo di soli 2 euro.

fonte:Socialdesignzine

Sideways

Questo film si sta candidando ad entrare nella mia personale top ten (che non vi dirò, almeno per adesso, un po' perché sono stanco, un po' perché c'è da chiedersi a chi possa interessare davvero). Sideways è una pellicola speciale perché... c'è tutto. C'è l'amicizia, quella vera, fatta di comprensione delle incomprensioni, c'è il tempo che passa ma non te ne frega nulla, c'è la vita ruvida e capace di frustarti come un tralcio di vite, ci sono le donne, il loro sesso, i loro segreti, la loro fragilità, c'è la terra della campagna, c'è il profumo del legno, ci sono i dolci e profondi misteri del vino e poi c'è la felicità, quella cosa meravigliosa e indefinibile che può nascondersi dietro alle tende di una camera da letto, dietro alle pagine di un libro uscito incerto dal suo cassetto, dentro a un messaggio nella segreteria telefonica o sotto il tappo di una bottiglia. A voi trovare il vostro posto della felicità, ma intanto guardatevi e riguardatevi il film. Vi farà bene al cuore.